Stipsi

INTERVISTA DI SALUTE & BENESSERE AL DOTT. FABRIZIO MONTAGNESE



Stipsi, incontinenza fecale, emorroidi sono malattie che, anche nelle forme più lievi, incidono significativamente sulla sfera psicologica – relazionale, lavorativa e sessuale di chi ne soffre.
Non da meno, l’imbarazzo ad esse legate spinge spesso le persone a tenere nascosta la verità e a vivere in solitudine il proprio disagio.
Per far fronte a queste problematiche è nato il Centro Diagnostico e Terapeutico di Alte Specializzazioni, dedicato alla stipsi, ai disturbi dell’evacuazione, all’incontinenza fecale, alle disfunzioni del pavimento pelvico e alla malattia emorroidaria, che ha sede presso la Casa di Cura privata Villa Margherita di Roma.
Il Centro, diretto dal Dott. Fabrizio Montagnese, specialista in gastroenterologia ed endoscopia digestiva, è in grado di eseguire un percorso diagnostico completo, altamente professionale e definitivo per formulare una corretta diagnosi nonché fornire l’approccio terapeutico migliore.
“Stipsi ed incontinenza sono disfunzioni del pavimento pelvico molto frequenti nel mondo occidentale” afferma il dott. Montagnese.
“Dati epidemiologici precisi sulla loro diffusione non sono tuttora disponibili e, seppur la loro prevalenza sia verosimilmente sottostimata,si ritiene che circa un quarto della popolazione adulta lamenti questi disturbi”.
Sebbene i termini usati per definirla siano cambiati notevolmente negli anni, la stipsi (stitichezza) è definita “funzionale” quando è presente un rallentato transito intestinale, mentre si parla di “dischezia” se predomina una difficoltà nell’evacuazione.
“Spesso entrambe le condizioni coesistono e il paziente riferisce un significativo disagio a causa degli sforzi compiuti per la presenza di feci di consistenza aumentata, con sensazione d’incompleta evacuazione o di ostruzione anorettale e col ricorso, tavolta, a manovre manuali per facilitare l’evacuazione”, continua il dottore.
La difficoltosa evacuazione, gli sforzi e l’aumentata consistenza fecale determinano talvolta la comparsa delle emorroidi con sintomatologie anali più o meno gravi, quali prurito, sanguinamento copioso fino a trombosi e a dolore incoercibile.
La stipsi e le emorroidi, sono problemi frequentemente autogestiti dal punto di vista terapeutico (auto prescrizione di lassativi, pomate o preparati galenici) oppure sono affrontati inadeguatamente per la mancata richiesta di esami diagnostici appropriati e per sottostima da parte del medico curante.
L’incontinenza fecale, che già inizia con il mancato controllo occasionale dei gas intestinali, è viceversa argomento tutt’oggi poco affrontato a causa della scarsa informazione e dell’imbarazzo ad essa associato.
“La stipsi, l’incontinenza fecale e la malattia emorroidaria incidono pesantemente sulla qualità della vita dei pazienti”,commenta il dott. Montagnese.
“Il Centro si pone dunque l’obbiettivo di fornire diagnosi e terapia per un problema medico annoso e troppo spesso taciuto dal paziente”. Il Centro si rivolge a tutti coloro che lamentano stipsi, a chi è incontinente, a chi presenta sindrome emorroidaria, ragadi anali e fistole perianali nonché bruciore o pruriti anali, a pazienti che sono stati sottoposti ad interventi proctologici con o senza complicazioni, e a donne in gravidanza o nel periodo post partum.
Annovera differenti specialisti con qualificate competenze multidisciplinari – gastroenterologi – proctologi, urologi, ginecologi, radiologi, chirurghi, neurofisiologi e psicologi – tutti uniti nell’intento di identificare e risolvere le problematiche in oggetto.
“Se vi è una valutazione clinica adeguata si arriva alla diagnosi nella maggior parte delle pazienti ( la maggior parte infatti è di sesso femminile) con un’impostazione terapeutica immediata e progressiva”, afferma il dott. Montagnese.
“Per risolvere il problema, a volte bastano già semplici cambiamenti dietetici e delle abitudini di vita, a volte invece sono necessarie terapie comportamentali, come la rieducazione della funzione anale e vescicale”.
Il primo approccio terapeutico è generalmente di tipo medico – conservativo, mediante la riabilitazione o la terapia farmacologica; ciò consente di selezionare quei paziente con problemi più complessi, i quali necessitano invece di un trattamento di tipo chirurgico mini – invasivo. Ogni terapia è poi seguita da controlli periodici o follow-up nel tempo.
Il Centro offre anche una vasta gamma di visite specialistiche gastroenterologiche, proctologiche, ginecologiche ed urologiche, nonché servizi di endoscopia digestiva (rettoscopia, colonscopia, studio dell’apparato digerente superiore mediante gastroscopie e studi di transito esofago – gastrici), servizi di manometria anorettale, ecografia trans perianale statica e dinamica ed eletromiografia dello sfintere.
Non da ultimo la valutazione psicologica, dal momento che il 50% delle visite gastroenterologi che è motivato da disturbi funzionali spesso legati alla psiche.
Il dott. Fabrizio Montagnese riceve presso le strutture Casa di Cura Villa Margherita (www.vmargherita.com) e lo Studio Medico Villa Paganini, entrambe a Roma (www.fabriziomontagnese.it).

Home Contatti